Fondazione CARIPLO. Contributo ricevuto sul bando LETS GO! Misure di sostegno agli Enti di Terzo Settore

A seguito della prima ondata dell’epidemia da Covid-19, che nel marzo 2020 ha travolto il mondo, la Fondazione “Mons. A. Mazzali”, che gestisce strutture residenziali per anziani con patologie croniche e disabilità di varia natura, ha dovuto riorganizzare la propria attività assistenziale per affrontare una situazione di grande complessità.

Alcuni servizi, tra cui i Centri Diurni Integrati, che svolgono una funzione intermedia tra l’assistenza domiciliare e le strutture residenziali, caratterizzati dal rientro quotidiano dell’utenza al proprio domicilio, sono stati immediatamente chiusi in quanto potenzialmente ad alto rischio di contagio.

Queste attività, una volta riaperte, pur nell’osservanza dei rigidi protocolli di sicurezza adottati che hanno richiesto anche una drastica riduzione degli accessi per garantire il rispetto del distanziamento, si sono dovute più volte interrompere per il verificarsi di positività al virus tra gli utenti.

La importante diminuzione del volume di attività svolta nel corso del 2020, in conseguenza di ciò (che permane anche nell’anno in corso), della contrazione della domanda a seguito della crisi economica e dell’aumento dei costi sostenuti per l’adozione delle procedure di prevenzione e sicurezza, ha causato notevoli difficoltà finanziarie alla Fondazione.

La Fondazione Cariplo, percependo la complessità del momento, attraverso il Bando Let’s Go realizzato in collaborazione con la Fondazione Peppino Vismara ha voluto sostenere l’operatività degli Enti del Terzo Settore che garantiscono servizi alle famiglie e alle persone più fragili concedendo contributi a fondo perduto.

Il generoso contributo elargito al nostro Ente, attraverso questo Bando, è stato utilizzato per pagare il personale dipendente addetto al Centro Diurno, in assenza di un regolare flusso di rette e contributi regionali, consentendo quindi la prosecuzione di un servizio a rischio di chiusura.